site loader
site loader
aprile 20, 2019 N’to Stina

N’to Stina

Antonio Santi inizia a scrivere e comporre testi delle sue canzoni assumendo  lo pseudonimo di N’to Stina (anagramma di Antonio Santi).

Nel 2007 all’Istituto d’arte di Sansepolcro Francesco Laurenti con il quale inizia una profonda amicizia dettata da varie passione in comune. Nell’agosto 2012 grazie a un’idea di Francesco Laurenti, a due membri i Suppengreppo decidendo di suonare in acuto cover e pezzi propri.

Il 24 agosto del 2012 registra il video di Knockin’on Heavens Doors che riscuote un pò di successo a livello locale su YouTube. “Acoustic Hardcore” è il primo del demo ufficiale auto prodotto rilasciato nel dicembre 2012.

Il 28 dicembre 2012 N’to Stina apre il concerto degli affreschi Pipinoso fuori dal Teatro di Anghiari. Il 26 gennaio 2013  N’to Stina partecipa al concorso “Suono Dunque Sono” di Arezzo Factory e riceve molti apprezzamenti.

A marzo Antonio Santi sotto il nome di Suppengreppo partecipa al concorso “Musica Senza Frontiere”  al St.Mary Live di Lama (PG). Il pubblico inaspettatamente aumenta e finisce nel finale e così il 19 maggio vincono il concorso i WBB e N’to Stina si aggiudica la seconda posizione a pari merito con i Manu & The Street Band. Il 12 ottobre 2013 N ‘ a Stina è ospite speciale alla presentazione di Tutto Contro, nuovo album dei Manovalanza e canta “Fuoco alle Micce”.

Il 28 ottobre esce l’EP “Amore e Odio” in download gratuito sulla pagina Facebook ufficiale del cantante biturgense. Il 17 maggio 2014 esce “Fuori Dal Gruppo” il primo album auto prodotto, il 27 luglio 2015 esce l’album “N’to Stina Sing The Blues”scaricabile da Mediafire.

Dopo un tour e un concerto al Compass Rose di Sansepolcro partecipa al talent show “Il Jack”  venendo però eliminato al secondo il ballottaggio.

Il 15 novembre 2016 esce “Forever Single”, primo brano in lingua inglese del cantautore biturgense.

Il 17 novembre 2017 esce “Tempi Duri” secondo album di N’to Stina composto da undici tracce che si divide in canzoni d’amore, personali e  che criticano la scena musicale italiana.

aprile 19, 2019 Antigene

Antigene

ANTIGENE è comunicazione senza artifizi, è la sintesi del segreto musicale e personale di persone presenti in modo diverso nelle storie underground veneziane. Antigene è energia spontanea che scaturisce dal desiderio di raccontare riflessioni e percezioni rielaborate sotto forma di canzoni. “Affermare la propria unicità” è l’intento alla base della proposta, condivisibile con chi si lascia coinvolgere nell’ascolto attivo, senza riserve.

Fin dagli esordi dei primi anni ’90, la voce di Marco “Marcus” Vidal ha diffuso, parole e melodie evocative di stati d’animo passionali in contesti sonori variegati.

Oggi ANTIGENE rappresenta anche il proseguimento di questo percorso con il chitarrista Mario Boscalia,  le trame atipiche del basso di Andrea Simonetto e il ritmo “primordiale” della batteria di Davide Schiabello.

Nel 2017 il gruppo ha realizzato un cd anche auto prodotto intitolato “CHI E ‘LA’?”, formato da nove brani sull’Italia degli ultimi anni; dai rapporti difficili e non spontanei in un mondo fatto di centri e periferie, di cultura omologate e poco propense al riconoscimento.

Musicalmente, il repertorio arricchito da brani nell’arco di quasi un trentennio, gli Antigene si presentano di vario tipo: rabbia, malinconia ma anche ironia. Anche il nuovo arrivo del chitarrista Luca Locatelli è finalizzato allo sviluppo di nuove dimensioni sonore.

Il loro live intitolato “Forza 5”, che porteranno in giro a partire dai primi mesi del 2019.

aprile 18, 2019 Andrea Gioè

Andrea Gioè

Andrea Gioè, cantautore palermitano. Dal 94 ha composto 274 canzoni! Dal 2003 da autodidatta suona la chitarra e dal 2011 l’ukulele. Le radici musicali provengono da Baglioni, Moses, Litfiba, Umberto Maria Giardini, Ligabue, Simona Molinari, Mark Knopfler, Johnny Hallyday, Iz’Kamakawiwo’ole e Fabrizio Moro. Nel 2004 studia canto con Tosca, Fabiana Rosciglione, Maria Grazia Fontana e Gabriella Scalise presso Cinecittà Campus. Nel 2007 con “Stringerti di più” partecipa a Castrocaro. Ha scritto L’Angelo Bianco in memoria al Santo Papa Giovanni Paolo II.

Ha all’attivo 8 album. 5 volte alle selezioni di Sanremo Giovani, 3 volte a quelle di Musicultura. 13 Settembre “Andrea!(…sto rinascendo)” è stata inserita nel palinsesto di RAIPLAY per la rubrica RaiRadioTuttaItaliana. É 1° su Classifica Indipendenti “Emergenti Web” e 16° su Classifica Indipendenti Web. Il 14 Settembre esce “L’Ottimista!” è il 7°disco pop rock di un Gioè più maturo, deciso e consapevole delle sue scelte vocali. L’ 8 Novembre con “Picciriddu”, partecipa alla 9°Ed di “Musica Contro le Mafie”.

Il canale ufficiale Youtube supera le 530.700 views. Il 3 Dicembre “Andrea!(…sto rinascendo)” sale alla 46° su Indie Music Like ed è a 20k Streams. Il 29 Gennaio 2019 L’Ottimista raggiunge i 130k streams su Spotify con un picco di 11k ascoltatori mensili. Premura è a 38k Streams. Il 21 Febbraio Andrea Gioè ha firmato tutte le musiche dello spettacolo Teatrale “Orlando & Rinaldo: Da Pupi a Realtà”; già a 33mila streams.

 

novembre 2, 2018 The standard chunk of Lorem Ipsum

The standard chunk of Lorem Ipsum

Lorem Ipsum is not simply random text. It has roots in a piece of classical Latin literature from 45 BC, making it over 2000 years old. Richard McClintock, a Latin professor at Hampden-Sydney College in Virginia, looked up one of the more obscure Latin words, consectetur, from a Lorem Ipsum passage, and going through the cites of the word in classical literature, discovered the undoubtable source. Lorem Ipsum comes from sections 1.10.32 and 1.10.33 of “de Finibus Bonorum et Malorum” (The Extremes of Good and Evil) by Cicero, written in 45 BC. This book is a treatise on the theory of ethics, very popular during the Renaissance.

   It was popularised in the 1960s with the release of Letraset sheets containing Lorem Ipsum passages, and more recently with desktop publishing software like Aldus PageMaker including versions of Lorem Ipsum.

It is a long established fact that a reader will be distracted by the readable content of a page when looking at its layout. The point of using Lorem Ipsum is that it has a more-or-less normal distribution of letters, as opposed to using ‘Content here, content here’, making it look like readable English. Many desktop publishing packages and web page editors now use Lorem Ipsum as their default model text, and a search for ‘lorem ipsum’ will uncover many web sites still in their infancy.